Browsing Category

Colazione

Colazione/ Collaborazioni/ Dolci e desserts/ Ricette velocissime/ Rigoni di Asiago

Tortine di confettura

Come oramai sapete, se mi conoscete bene, che io sono “ondivaga” nella pubblicazione, ma quando ci sono significa che qualcosa di buono sta per uscire dal forno 🙂

In questo periodo sto sperimentando, io che sono una cippa con i lievitati inizio ad ottenere dei buoni risultati e sulla mia tavola ci sono ogni giorno dei panini favolosi, merito della planetaria che mi è stata regalata in occasione del mio compleanno e della mia “amica geniale”, Alessandra del blog Dolcemente Inventando che, con pazienza adamantina, mi ha seguita in chat passo passo e foto dopo foto per far entrare in questa zucca vuota che mi ritrovo le nozioni base della panificazione.

Oggi sto sperimentando un impasto per pizza che, a parer mio, non lieviterà nemmeno di mezzo centimetro e che sin da ora si sta candidando per essere riutilizzato come impasto per piadine, quindi per prevenire la mia disperazione che sicuramente si paleserà tra qualche ora, ho pensato bene di lanciarmi nella pasticceria, campo in cui non ho impedimenti 🙂

Questa è una ricetta tratta e rivisitata dal bellissimo libro “Quello che piace a Irene” di Irene Berni e che ho adocchiato perchè mi permette di avere dei dolcetti comodi sia da portare con sè sia eventualmente di mettere da parte per tutta la settimana.

Non so se stasera avrò la pizza a cena, ma in merito al dolce non c’è storia: ho la casa invasa da un profumo burroso che è un sogno!

Post in collaborazione con Rigoni di Asiago.


Tortine di confettura

Print Recipe
Serves: 6-8 pezzi Cooking Time: 20 mins

Ingredients

  • 120 g. di farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 80 g. di fiocchi d'avena macinati a farina (la ricetta originale prevede la crusca)
  • 200 g. di burro bavarese
  • 200 g. di zucchero semolato
  • 4 uova
  • q.b. di confettura fragole e fragoline di bosco Fiordifrutta Rigoni di Asiago

Instructions

1

In una ciotola setacciare la farina insieme al lievito e al sale, poi unire i fiocchi di avena macinati, mescolare e tenere da parte.

2

In una seconda ciotola lavorare il burro a pomata, aggiungere lo zucchero e, un alla volta, le uova, continuando a mescolare bene con una frusta fino ad amalgamare il tutto.

3

A questo punto unire un po' alla volta la farina setacciata della prima ciotola mescolando bene fino ad ottenere un composto omogeneo.

4

Nel mentre il forno si riscalda iniziare a riempire i pirottini lasciando un po' di spazio per la lievitazione, unire un cucchiaino di confettura fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago ed infornare a 180 gradi per venti minuti.

Autoproduzione/ Colazione/ Dolci e desserts/ Economiche/ Vegan

Marmellata di limoni di Sicilia

E un altro anno (di qualità discutibile) se n’è andato, da schifo così com’è iniziato: avevo faticato a prendere dei giorni di ferie, avevo dei problemi con la salute di papà ma sembrava tutto sotto controllo, avevo anche promesso casa a mio figlio affinchè potesse farci tranquillamente una festicciola di Capodanno con gli amici (vista l’impossibilità di accedere a qualsiasi sala se non sottostando ad odiosissimi controlli pseudo-sanitari, rifiutati per principio), insomma le condizioni perfette! Il camper era già pronto sotto casa, avevamo telefonato ad un’area di sosta in cui nessuno rompesse le scatole con pass di ogni tipo, la neve era tanta e… la mattina del 31 dicembre mio marito pensa bene di alzarsi con la febbre a 38 e mezzo!

Abbiamo rimpacchettato le nostre cose, rassegnandoci ad un capodanno da trascorrere all’interno del camper parcheggiato sotto casa per lasciare la casa ai ragazzi e ce ne siamo andati a dormire con la speranza di poter vivere un po’ più tranquilli l’anno a venire!

Quindi non mi rimane che sognare le vacanze estive tra i profumi del Mediterraneo, quelle affacciate sul mare che io amo tanto, tra ulivi, aranceti e profumo di limoni.

Io ne ho sempre tanti di limoni belli, quelli che mi faccio spedire dalla Sicilia, e questa volta mi sono buttata a farci la marmellata così almeno a colazione posso rivivere il sogno ogni mattina.

Marmellata di limoni di Sicilia

Print Recipe
Serves: 1,5 kg. di marmellata Cooking Time: 1 ora circa

Ingredients

  • 1 kg. di limoni con buccia edibile
  • 45o g. di acqua
  • 700 g. di zucchero semolato

Instructions

1

Per prima cosa lavare bene i limoni, affettarli sottili, togliere tutti i semi e metterli a bagno per 24 ore, trascorse le quali verrà fatto un altro cambio dell'acqua in maniera tale da rendere gli agrumi più dolci; il giorno seguente togliere nuovamente l'acqua, colare bene i limoni e metterli un una pentola capiente insieme all'acqua e cuocerli a fuoco moderato per venti minuti.

2

Trascorso i tempo necessario, unire lo zucchero e cuocere per altri venti minuti, sobbollendo e continuando a mescolare affinchè la marmellata non esca dalla pentola e non spruzzi lo zucchero ovunque (lasciate perdere le troppe precauzioni, io avevo la marmellata ovunque 🙂 ), poi iniziare a controllarne la densità, io ho proseguito la cottura per un altro quarto d'ora e comunque prima di spegnere il fuoco ho fatto la solita prova piattino.

3

Sterilizzare i vasetti (io inserisco i vasi nel microonde e faccio andare 4 minuti alla massima potenza, mentre i coperchi li faccio bollire in poca acqua), travasare la marmellata, chiudere e capovolgere finchè non saranno freddi.

4

Serve un po' di pazienza ma alla fine si tratta di una ricetta facile che regala grandi soddisfazioni, sentirete tutto il profumo di una terra bellissima ogni volta che aprirete un vasetto!

Colazione/ Dolci e desserts/ Natale/ Ricette velocissime

Biscotti alle noci

Quest’anno in casa mia è scoppiata la voglia di “scintillare” nella magia del Natale, tra le risate e le prese in giro (gentili però, siamo onesti) di marito e figlio che si trovano davanti a loro una ex Grinch che ha voglia di vivere, di sorridere e di riprendersi le gioie che questa società ultimamente sta cercando di schiacciare in ogni maniera.

E più scattano le limitazioni, le regole spesso assurde ed illogiche, più sento il peso economico di un momento brutto e pesante e più ho voglia di renderlo bello, ricco e sereno; cerco ogni giorno qualcosa di bello da fare, sarà testardaggine, sarà resilienza, sarà il mio carattere che non molla mai, ma riesco a trovare la bellezza ogni giorno ed oggi ve ne regalo un’altra!

Biscotti alle noci

Print Recipe
Serves: 15 pezzi circa Cooking Time: 15 mins

Ingredients

  • 300 g. di gherigli di noci
  • 150 g. di zucchero semolato
  • 1 uovo intero
  • q.b. zucchero a velo per la copertura

Instructions

1

Tritare finemente i gherigli di noci, poi unire lo zucchero e, una volta amalgamati, aggiungere anche l'uovo; lavorare bene con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un impasto leggermente appiccicoso.

2

Con le mani bagnate iniziate a formare delle palline ed adagiatele sulla teglia ricoperta da carta da forno, facendo attenzione a lasciarle distanziate poichè in cottura tendono ad appiattirsi e, quindi, ad allargarsi.

3

Infornare a 180 gradi per circa 15 minuti, estrarli delicatamente e passarli nello zucchero a velo finchè sono ancora caldi.

4

Si conservano bene chiusi ermeticamente per alcuni giorni, ma tanto finiscono subito! 🙂

Colazione/ Collaborazioni/ Dolci e desserts/ Natale/ Rigoni di Asiago

Biscotti Lienzer

Stiamo attraversando un periodo complicato che prescinde da come uno veda la società in cui viviamo, rimane il fatto che quella che io già vedevo come una mancanza di senso civico a me personalmente sta creando un disagio tale che sempre di più mi allontana dalla gente e mi induce a preferire il silenzio dei boschi e la compagnia delle mie cagnoline.

Qualche giorno fa una vicina di casa, che so provare i miei stessi sentimenti, mi ha invitata in un gruppo social nel quale sono entrata senza troppe aspettative, temendo le consuete chiacchiere prive di ulteriori sviluppi ma, detto fatto, in mezza giornata mi sono trovata coinvolta in una quantità tale di iniziative da non riuscire a starci dietro. Insomma, in una realtà in cui si fa di tutto per dividerci noi ci siamo riuniti in allegria, abbracciandoci e divertendoci!

Una di tali iniziative ha portato alla creazione del “Gruppo Biscotti”: potevo mancare? E quindi ne ho approfittato per portare con me il mio barattolo di Fiordifrutta Rigoni di Asiago e di prepare qualche altro biscotto natalizio, con l’idea di donarli a chi attualmente si trova ad essere sospeso dal lavoro e quindi in grosse difficoltà economiche.

Post in collaborazione con Rigoni di Asiago.

Biscotti Lienzer

Print Recipe
Serves: 4 persone Cooking Time: 15 mins

Ingredients

  • 100 g. di mandorle
  • 250 g. di farina 00
  • q.b. di cannella in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 230 g. burro (io irlandese)
  • 130 g. di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (facoltativo, io non l'ho usato)
  • 2 uova (solo tuorli)
  • q.b. scorza limone (io non l'ho usata)
  • q.b. zucchero a velo per decorare
  • q.b. confettura Fiordifrutta Rigoni di Asiago alle prugne

Instructions

1

Tostare le mandorle per qualche minuto, in forno a 180 gradi oppure direttamente in padella, poi, una volta raffreddate, macinarle grossolanamente unendovi qualche cucchiaiata di zucchero presa dal totale.

2

A parte sbattere bene i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e unirvi l'estratto di vaniglia e la scorza grattugiata del limone.

3

Unire anche le mandorle insieme allo zucchero rimasto, il pizzico di sale e, da ultimo, il burro freddo a dadini; impastare velocemente e lasciare l'impasto, avvolto nella pellicola, in frigorifero a rassodare per almeno un'ora.

4

Trascorso tale periodo estrarre dal frigo e stendere velocemente l'impasto sulla spianatoia infarinata, ritagliare le forme preferite ed infornare in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 12-15 minuti, finchè l'impasto inizia leggermente a dorarsi,

5

Una volta raffreddati, farcire i biscotti con la confettura e sovrapporli; attendere ancora qualche ora affinchè la confettura solidifichi al meglio per tenere uniti i biscottini.

6

Servire con zucchero a velo.

Colazione/ Collaborazioni/ Dolci e desserts/ Rigoni di Asiago

Granola

Come promesso nel post scorso eccomi qui dopo soli due giorni, per una volta ho mantenuto la promessa! Sono ancora a casa, mi sento un po’ meglio e quindi riesco a proporvi qualcosa di diverso dal solito: una delle poche cose che non mi crea problemi nel periodo “post tutti i malanni del mondo” è lo yoghurt, quello fatto in casa… avete presente quello acidissimo? Ecco, appunto.

Quindi perchè non arricchirlo con qualcosa di buono? Di solito ci metto i fiocchi di avena, i semini, il miele o la confettura… insomma per farla breve ho provato a mettere insieme un granola golosissima, così è bell’e pronta per ogni utilizzo.

A proposito, è davvero buona visto che ho dovuto bacchettare le manacce di marito e figlio che continuavano a rubacchiarla direttamente dalla ciotola!

Post in collaborazione con Rigoni di Asiago

Granola

Print Recipe
Serves: 1 vasetto grande Cooking Time: 40 mins

Ingredients

  • 1 bicchiere di fiocchi di avena
  • 40 g. di mix di semi (zucca, lino, sesamo)
  • 150 g. di frutta secca (noci e prugne)
  • 2 cucchiai di olio di semi di girasole
  • 4 cucchiai di miele Mielbio Acacia Liquido Rigoni di Asiago
  • 3 cucchiai di Nocciolata senza latte Rigoni di Asiago
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 3 cucchiai di cacao amaro

Instructions

1

Per prima cosa tagliare grossolanamente la frutta secca, poi unirla ai fiocchi di avena, al mix di semi e mescolare bene; unire l'olio, il miele e la nocciolata e, da ultimo, la cannella e il cacao amaro.

2

Trasferire il composto, ben amalgamato, su una teglia ricoperta da carta forno ed appiattire bene con il dorso di un mestolo.

3

Infornare a 150 gradi , a forno ventilato, per circa 40 minuti; attendere che il tutto sia raffreddato ed indurito prima di conservarlo in un vaso di vetro.

4

Buonissimo nello yoghurt, ottimo sul gelato e perfetto per uno snack energizzante|

Colazione/ Dolci e desserts/ Economiche

Biscottoni all’olio di oliva e limone

Continua a far freddo e a piovere ogni giorno: all’alba volano secchi d’acqua, poi nel pomeriggio di solito migliora per poi ritornare a casa a nuoto la sera… questo è il trend nella mia zona 🙂

Vabbè io ho da lavorare, ho da studiare per una progressione di carriera, insomma di tempo libero ne ho poco, però magari un po’ di sole sul balcone, spaparanzata in mezzo ai fiori, me lo godrei volentieri, anzi da quando abbiamo fatto parte dei lavori in casa ho anche la presa di corrente per il pc che mi consentirà di lavorare all’aperto sotto l’ombrellone 🙂

E invece piove talmente tanto che ancora non ho seminato il basilico, nè l’insalata oppure la rucola, nemmeno i girasoli… nulla, abbiamo solo torrenti quotidiani, ma ora che ho una cucina grande e comoda vado di biscotti!

In casa avevo pochissimi ingredienti, sono i procinto di fare la spesa, ma mi sono arrangiata alla grande!

 

 

Print Recipe
Biscottoni all'olio di oliva e limone
Tempo di preparazione 10 mins
Tempo di cottura 10 mins
Porzioni
6 persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 mins
Tempo di cottura 10 mins
Porzioni
6 persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Grattugiare la buccia del limone e spremerne il succo, poi mescolare bene ambedue con lo zucchero e l'uovo. Successivamente unire l'olio e continuare a sbattere a velocità sostenuto per emulsionare il tutto.
  2. A parte setacciare la farina, il lievito e il pizzico di sale, mescolare bene e poi unirli al composto liquido appena preparato. Amalgamare bene e poi stendere a cucchiaiate sulla leccarda ricoperta di carta forno.
  3. Preriscaldare il forno 180 gradi e mettervi a cuocere i biscotti per una decina di minuti, finchè inizieranno a dorare. Staccarli dalla teglia appena intiepiditi e servirli spolverizzati di zucchero a velo.

Bimby/ Colazione/ Dolci e desserts/ Economiche

Semolino dolce alla rosa

Oggi è il terzo lunedì in cui lavoro da casa: mi piace moltissimo, sono rilassata e lavoro alla grande! Sono più concentrata, subisco molte meno interruzioni con gran beneficio per la produttività: so che c’è chi sostiene con ferrea convinzione la necessità di vestirsi bene e di truccarsi anche se si lavora da remoto, ma io vado controcorrente e sono tranquillamente alla tastiera senza trucco, in leggins e felpa! Vi assicuro che la consueta tenuta da pinguino che mi accompagna in ufficio non mi manca nemmeno un po’ 🙂

Ora sto chiacchierando con voi mentre mi trovo in pausa pranzo, a dire il vero è una pausa cortissima ma fatta da casa è comunque un lusso: ho iniziato la connessione alle 8 mentre fuori ululava la bora, ultimamente ha toccato (e superato) i 100 km/h, ma stamani il cielo era plumbeo, ogni tanto scendeva qualche gocciolina di pioggia e quindi si è fatta strada prepotente la voglia di una coccola dolce e profumata, qualcosa da poter fare al volo tra una telefonata e l’altra.

Avevo in dispensa una confezione di semolino, acquistata durante l’inverno proprio perchè versatile e sempre gradito a tutti, ho la fortuna di avere il Bimby e quindi ecco qua un dessert delicatissimo e che si fa da solo: per chi utilizzasse la classica pentola nessun problema, sarà sufficiente avere la pazienza di mescolare il tutto per una decina di minuti.

Print Recipe
Semolino dolce alla rosa
Tempo di preparazione 20 mins
Tempo di cottura 16 mins
Tempo Passivo 2 hours
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 20 mins
Tempo di cottura 16 mins
Tempo Passivo 2 hours
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Istruzioni
Preparazione con il Bimby:
  1. - mettere nel boccale il latte e riscaldarlo 6 min, 100 gradi, vel. soft - versare il semolino, lo zucchero, il pizzico di sale, l'aroma di rosa e il tuorlo, poi cuocere 8 min, 100 gradi, vel. 2 - versare nello stampo leggermente oleato - lasciar riposare per almeno un paio d'ore - servire al naturale, oppure cosparso di zucchero o con della salsa da dessert a piacere (consigliata la crema di pistacchio)
Preparazione sui fornelli:
  1. Dopo aver riscaldato il latte, senza portarlo ad ebollizione, versare lentamente a pioggia lo zucchero, il pizzico di sale e il semolino, poi aggiungere il tuorlo continuando a mescolare con una frusta; da ultimo versare l'aroma e mescolare sino ad addensare il semolino. Procedere come sopra.

Colazione/ Collaborazioni/ Dolci e desserts/ Rigoni di Asiago

Strudel di frolla

Manco da più di un mese, dopo il tour de force di Natale ne avevo bisogno, non ho mangiato dolci né ne ho cucinati a parte qualche specifica richiesta da parte di mio papà, che da bravo goloso non può rimanere senza il suo dolcetto settimanale; è stata un’assenza non programmata ma sentita, volevo stare lontana dal web e fare altro, ho mille progetti in sospeso e almeno in piccola parte andavano chiusi, volevo tirare un bel respiro profondo e prendere fiato.

Ci sono riuscita in minima parte, mi sono ritrovata a dover concludere moltissimi arretrati, il tutto da combinare con le ore di lavoro e con una stanchezza antica, ma sono riuscita comunque a mollare un po’ la presa e ad allentare lo stress, il tutto migliorato dalla stagione che sta volgendo al meglio, le ore di luce sono aumentate e per forza anche la mia energia è migliorata.

Sono stanca dell’inverno, sono stanca del freddo, sono stanca di correre sempre con l’affanno di non riuscire a fare tutto e di farlo sempre al buio, ho bisogno di luce, di sole e di aria tiepida, ho bisogno di dormire, di stendermi ogni tanto a non fare nulla, di pensare un po’ alla mia casa e a terminare dei lavori che vanno fatti.

Il primo passo l’ho fatto riavvicinandomi alla cucina con l’intenzione di rifare qualcosa di buono, di coccolare tutta la famiglia, approfittando del fatto che siamo nel periodo di Carnevale e quindi ho iniziato a friggere chiacchiere, ciambelle e frittelle, con gran gioia di tutti: è stato il primo passo che mi ha riavvicinata al comfort food e alla voglia di rimettermi ai fornelli per mettere in tavola qualcosa di più rispetto ad un pasto semplice ed essenziale.

Oggi voglio portare nel piatto qualcosa di goloso ma che sia più sano rispetto ai ricchi dolci che caratterizzano il periodo carnevalesco, che storicamente è caratterizzato dall’abbondanza e dall’abbandono di ogni regola; ho voluto riprendere in mano una frolla, l’impasto sano per eccellenza e che da anni oramai preparo usando l’olio al posto del burro, questa volta ho provato ad impastare con l’olio extra vergine di oliva approfittando del recente acquisto di un olio  molto delicato della mia zona, ritirato personalmente dal produttore, delizioso e dolcissimo.

E ho provato anche ad arrotolare l’impasto, quasi fosse uno strudel, proprio perché, contrariamente al solito, mi è venuto molto liscio ed elastico… è stato un esperimento. Riuscitissimo.

Post in collaborazione con Rigoni di Asiago.

Prodotti utilizzati:

Fiordifrutta Mirtilli rossi di bosco Rigoni di Asiago

Nocciolata bianca Rigoni di Asiago

Print Recipe
Strudel di frolla
Tempo di preparazione 15 mins
Tempo di cottura 30 mins
Tempo Passivo 30 mins
Porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 mins
Tempo di cottura 30 mins
Tempo Passivo 30 mins
Porzioni
Ingredienti
Istruzioni
  1. Se lavorate l'impasto a mano spargete la farina sulla spianatoia, disponetela a fontana e aggiungete un po' alla volta tutti gli ingredienti, lavorando velocemente e poi lasciandola riposare nel frigorifero, avvolta in nella pellicola, per almeno mezzora. Se invece ne avete la possibilità utilizzate un robot da cucina ed impastate tutti gli ingredienti senza sporcare nulla, poi, come specificato sopra, mettete l'impasto a riposo al fresco.
  2. Una volta raffreddato, stendete l'impasto su un foglio di carta forno, spalmate un velo di nocciolata bianca, poi passate alla confettura ed infine arricchite il tutto con delle noci tritate grossolanamente. Arrotolate la frolla e infornate in forno preriscaldato a 180°, modalità ventilata se possibile, e cuocete fino a doratura (circa 30 minuti a seconda del forno). Servire spolverizzato di zucchero a velo.
Recipe Notes

Le mie uova erano piccole, motivo per cui ne ho usate due intere anziché un uovo intero più un tuorlo come consueto per la frolla; inoltre ho aggiunto un dito d'acqua in quanto l'impasto rimaneva molto asciutto, sempre a causa delle dimensioni ridotte delle uova utilizzate.

Colazione/ Pizze e pane

Fette biscottate (golose)

E’ sabato mattina, dopo giorni di freddo c’è nuovamente un bel sole quasi estivo che mi sveglia al mattino, mi alzo con calma perché sono da sola, non devo andare al lavoro, ho solo l’impegno di farmi un giretto con le cagnette, le quali però hanno appena conquistato il letto e non dimostrano di avere tutta questa fretta di lasciare l’improvvisa comodità 🙂

Mi aggiro per la cucina cercando qualcosa di buono da sgranocchiare a colazione, a dire il vero ho una fame da lupi ma mi rendo conto di avere pochissime fette biscottate e pochissima voglia di andare a riacquistarle; in fondo alla dispensa c’è ancora una buona scorta di farina, in frigo ho del burro bavarese che è la fine del mondo, il lievito c’è, ci sono pure il latte, le uova e il miele… nel frattempo inizia a delinearsi l’idea di farmele da sola…

Inizio a preparare tutto, a pesare ed impastare: non volevo iniziare a sporcare già ad inizio giornata quindi ho usato il bimby, ma se siete dei fortunati proprietari di planetaria usatela, farete in un attimo!

Ho avuto poi pochissimo tempo, la (mia) lievitazione è durata una vita (tra un impegno e l’altro), ma in effetti ne sarebbe bastata molto meno, certo è che sono venute spettacolari, un po’ più dure di quelle industriali ma dal delicato sentore di burro, spettacolari con un velo di confettura ma buone anche così, da sgranocchiare al naturale.

Print Recipe
Fette biscottate
Tempo di preparazione 30 mins
Tempo di cottura 45 mins
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
2 stampi da plumcake
Ingredienti
Tempo di preparazione 30 mins
Tempo di cottura 45 mins
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
2 stampi da plumcake
Ingredienti
Istruzioni
  1. Riscaldare leggermente il latte insieme al lievito e al miele finchè questo non si sarà sciolto, poi versare il tutto nella ciotola della farina ed iniziare ad impastare.
  2. Una volta amalgamato il tutto unire anche le uova, una alla volta finchè non verranno ben incorporate, poi aggiungere anche il burro morbido a pezzetti e il sale.
  3. Trasferire l'impasto in due stampi da plumcake rivestititi da carta forno bagnata e strizzata e lasciar lievitare, coperti da uno canovaccio, per almeno due ore.
  4. Infornare in forno preriscaldato a 180° per almeno 25 minuti: controllate la cottura in base al forno, io ho iniziato con il forno statico per poi mettere anche la ventilazione in quanto l'impasto era troppo morbido.
  5. Sfornare e lasciar raffreddare, poi togliere l'impasto dagli stampi ed affettare con molta attenzione, mantenendo uno spessore costante (regolatevi in base alle consuete fette biscottate).
  6. Infornare nuovamente su una leccarda, a 200 gradi, per almeno 10 minuti o finchè le fette biscottate non saranno dorate. I miei tempi di cottura sono stati un po' più lunghi e sempre a forno ventilato, motivo per cui nell'intro ho scritto 45 minuti, ma regolatevi sempre in base al vostro forno.
  7. Io le conservo nei sacchetti richiudibili (quelli con la zip, per intenderci), ma se disponete di un vaso in vetro o di una scatola metallica abbastanza grandi usateli perché saranno perfetti.

This site is protected by wp-copyrightpro.com