Economiche/ Primi/ Ricette vegetariane

La vellutata di zucca nella zucca

img_6966

C’è odore d’autunno nell’aria, un profumo di cui nemmeno mi era resa conto visto il periodo turbolento che sto vivendo, eppure domenica nell’attraversare l’altopiano di Trieste mi sono persa a guardare incantata il tripudio di colori che tingono i boschi, tutta una gamma cromatica che dal verde dei pini marittimi vira verso il rosso acceso del sommaco passando per l’ocra.

Uno splendore unito al mio rammarico perchè questo bellissimo autunno mite me lo sto perdendo, perchè mi sto privando di tante belle passeggiate in mezzo alla natura, ma proprio il tempo non c’è: rincaso dal lavoro e ho appena il tempo di pranzare prima di correre dalla mamma che, fortunatamente, migliora ogni giorno sempre di più.

Ho voluto rendere onore a questa stagione così dolce a modo mio, con le prime zucche che ho acquistato: questa volta le ho comperate in Slovenia per non ripiegare sulla solita mantovana verdognola… non sono bellissime?

img_6967

Ingredienti:

mezzo porro

mezza cipolla rossa

una patata

300 g. di zucca

40 g. di burro

100 g. di Asiago

sale un pizzico

200 g. di acqua

35 g. di farina

crostini di pane per rifinire

olio evo q.b.

Procedimento:

tritare il porro e la cipolla ed imbiondirli nel burro fuso, aggiungere la patata e la polpa della zucca precedentemente ammorbidita (4 minuti alla massima potenza in microonde sono sufficienti), unite l’acqua, la farina, l’Asiago a dadini e il sale e cuocere per circa venti minuti (se usate la pentola a pressione o il Bimby, altrimenti regolatevi aumentando il tempo di cottura), poi frullare il tutto e servire con il pane tagliato a cubetti e saltato nell’olio extra vergine di oliva.

img_6970

img_6960

img_6959

img_6958

You Might Also Like

16 Comments

  • Reply
    Melania
    18 ottobre 2016 at 18:30

    Forse non riesci a goderne come vuoi di questo autunno un po’pazzerello. Ma io, son certa che lo porti nel cuore.
    Son certa che se chiudi gli occhi e ti fermi un solo istante, vedrai le foglie ingiallirsi e cadere. Sentirai il profumo delle prime castagne e immaginerai tutti quei colori.
    Proprio come quelli che hai usato tu per colorare e riempire una meravigliosa zucca.
    Ti abbraccio Forte:)❤️

    • Reply
      Tatiana Bruni
      19 ottobre 2016 at 16:16

      E’ un periodo in cui la vita mi scorre accanto e come una spettatrice osservo passivamente le stagioni cambiare, evolversi, scemare e rinascere, ma per ora è così poiché vi sono delle priorità e le mie ora non sono volte a me stessa, ma a chi ha più bisogno di me… con l’obiettivo di fermarmi e respirare a pieni polmoni quest’aria che si fa più fredda ogni giorno che passa e con la voglia matta di poter godere appieno dei colori che in quel momento la stagione mi offrirà… per ora cerco di apprezzare ciò che posso, fosse anche solo una coccola come questa che ho portato in tavola!
      Un abbraccio di cuore 🙂

  • Reply
    Stravagaria
    18 ottobre 2016 at 23:02

    Io adoro le zuppe e le vellutate perciò sono ben felice che l’autunno porti con sé la voglia di dedicarcisi. Sono contenta che la mamma migliori, ti rifarai con un inverno splendido e una primavera sfolgorante!

    • Reply
      Tatiana Bruni
      19 ottobre 2016 at 16:19

      Sì Viv, fortunatamente migliora ogni giorno sempre di più, con lei che lotta contro il proprio corpo maltrattato e io che la affianco a forza di battaglie legali, ma siamo una coppia perfetta ed imbattibile e ne usciremo vincitrici!
      Nel frattempo mi coccolo come posso e cucino, lo faccio in ogni momento libero che mi rimane perché devo portare in tavola qualcosa di buono anche al mio papà che è a casa da solo e questi sono i comfort food più graditi… in attesa del sole che presto spunterà per tutti! Perché io ci credo 🙂
      Un abbraccio!

  • Reply
    ipasticciditerry
    19 ottobre 2016 at 16:21

    Sono bellissime si! Io adoro la zucca, come anche le zucchine, che sono della stessa famiglia, guarda caso … Quest’anno mi sa che il tuo autunno va così, cara Tati. Porta pazienza, l’importante è che tutto si risolva.

    • Reply
      Tatiana Bruni
      19 ottobre 2016 at 16:31

      Hai ragione Terry, l’importante è che tutto si possa risolvere al meglio e per il resto se si riescono a cogliere anche i piccoli momenti belli si può essere felici ugualmente, senza pretese e con il sorriso sulle labbra!
      Un bacio 🙂

  • Reply
    edvige
    21 ottobre 2016 at 17:06

    A parte la mamma che so, mi dispiace comunque che sei sempre di corsa so cosa vuol dire l’ho passato e ancora adesso considerando che dovrei stare tranquilla… si cè una certa tranquillità ma comunque se non di corsa di passo veloce ancora oggi.
    Ottima zuppa ma io la zucca proprio non ci riesco e poi è anche troppo dolce per la mia glicemia.
    Al cosa faccio solo dei gnocchetti misto con farina e non patate altrimenti sarebbe ancor troppo dolce.
    Buona fine settimana. Bacioni

    • Reply
      Tatiana Bruni
      25 ottobre 2016 at 13:13

      Non che i tuoi gnocchetti mi dispiacciano, eh? Anche se di zucca ce ne metti poca, comunque la delicatezza è assicurata… Sarebbero da provare, cosa che farò non appena avrò un po’ di respiro (perché la strada è ancora complessa, ma la mamma è una tosta!) 🙂
      Un bacio!

  • Reply
    Thais FK
    25 ottobre 2016 at 13:08

    Ma che bell’idea quella di usare la zucca come contenitore per la zuppa! Complimenti per l’innovazione! 🙂

    • Reply
      Tatiana Bruni
      25 ottobre 2016 at 13:16

      Ciao e benvenuta!
      Grazie per l’apprezzamento e, a proposito, la zucca in cui è stata versata la zuppa è poi finita nel forno e mangiata fino all’ultimo boccone (che poi non si dica che non sono parsimoniosa 🙂 )!
      A proposito, mi sono iscritta al vostro blog perché è meraviglioso: è incredibile come, delle volte e solo grazie ad un commento inaspettato, si venga a conoscere un angolino bello e piacevole… più tardi ci faccio un giretto!
      Un abbraccio!

  • Reply
    Alessia
    6 novembre 2016 at 18:45

    Questa meraviglia me l’ero proprio persa! Splendida <3
    Sei fortissima e la tua mamma non può che essere orgogliosa di te per tutto quello che hai fatto e stai facendo per lei. Un grandissimo abbraccio

    • Reply
      Tatiana Bruni
      8 novembre 2016 at 12:36

      Ciao Alessia,
      grazie del bellissimo pensiero… siamo una squadra e ce la faremo! E nel frattempo non mi resta che passare alla consolazione del comfort food perché anche la vellutata più semplice può trasformarsi in qualcosa di sfizioso, basta un pizzico di fantasia, come l’utilizzo di un contenitore un po’ diverso 🙂
      Un abbraccio a te!

  • Reply
    wings of sugar
    13 novembre 2016 at 0:37

    E’ una vellutata buonissima, mi piace anche l’idea di servirla nella zucca stessa 🙂
    a presto
    Rosy

    • Reply
      Tatiana Bruni
      15 novembre 2016 at 22:11

      Ciao e piacere di conoscerti! Hai visto come il non voler sprecare nulla può diventare un’idea carina? E, per inciso, poi la buccia l’ho cotta al forno e mangiata…
      Un abbraccio 🙂

  • Reply
    Mikaela
    21 novembre 2016 at 17:10

    Chissà che buona!!! Ho già gli occhi a cuore, io adoro la zucca!!!

    • Reply
      Tatiana Bruni
      21 novembre 2016 at 17:19

      Eccola qua, benvenuta!
      Falla e fidati che è squisita… altro che occhi a cuoricino!
      Un bacio 🙂

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    This site is protected by wp-copyrightpro.com