Conserve/ Economiche/ Ricette vegetariane/ Salse e sughi

Il pesto di ottobre con foglie di ravanello e noci

img_6873

Finalmente è sabato, finalmente tiro un po’ il fiato dopo la consueta settimana da incubo, densa di problemi e di lavoro: è un sabato diverso, sola a casa con le cagnette mentre il marito è al lavoro e il figlio è in barca con la fidanzatina (siamo in periodo di Barcolana), quindi mi ritaglio qualche ora per me e intanto penso a molti anni fa, all’ultimo Oktoberfest cui siamo riusciti ad andare, quando ai Mass (il tipico boccale di birra da litro) si accompagnavano quintali di ravanelli intinti nel sale perchè smorzavano l’effetto dell’alcool rendendo possibile bersi tranquillamente tutto il litrozzo! Anche due volendo… senza mai ubriacarsi… 🙂

Quindi volevo ritornare un po’ al sapore delle mie vacanze di allora, quelle spensierate di sposini novelli che se la godevano a bere e cantare, e con l’occasione di farmi una scorpacciata di ravanelli questa volta mi sono trovata anche i mazzi di foglie, bellissime e fresche, tant’è che sarebbe stato un delitto doverle buttare!

Ci ho fatto un pesto, complici i pinoli raccolti in Puglia durante le vacanze, che ho accompagnato ad una bella porzione di noci per addolcire il sapore pungente delle foglie di ravanello e ottenendo una salsina velocissima, economica e perfetta per chi, come me, corre tutto il giorno… un’altra quasi “non ricetta” che però sicuramente può tornare utile nei momenti di panico.

img_6875

Ingredienti:

le foglie di tre mazzetti di ravanelli

2 spicchi d’aglio

una manciata di pinoli

tre manciate di noce sgusciate

un pizzico di sale

olio evo q.b.

pecorino grattugiato a piacere (o parmigiano)

Procedimento:

Non c’è… basta frullare tutto insieme e versando l’olio a filo, con l’accortezza, se si vuole conservare il pesto in frigorifero per parecchi giorni, di non aggiungerci il pecorino, ma di mettercelo solo nel momento in cui di andrà a condire la pasta poichè tende a fermentare; è comunque possibile congelare il pesto nel caso in cui lo si voglia utilizzare dopo un periodo di tempo più lungo.

img_6874

img_6872

img_6871

You Might Also Like

10 Comments

  • Reply
    Melania
    8 ottobre 2016 at 15:03

    Ed io ti auguro di poter godere di questo sabato. Di nutrienti prepotentemente di bellezza e quella velata spensieratezza che ultimamente gioca a nascondino.
    Io, mi coccolo col tuo pesto che non ho mai provato. Mi incuriosisce moltissimo, specie perché fatto con le foglie.
    Un abbraccio :))

    • Reply
      Tatiana Bruni
      11 ottobre 2016 at 13:16

      E’ proprio vero, qui si gioca a nascondino, tra momenti di entusiasmo ed altri di nervosismo a mille, ma sono tenace e tengo duro! Poi ogni tanto riesco a ritornare in cucina, almeno per provare delle cose semplici che possano incastrarsi nel poco tempo che mi rimane, e questa è una di quelle: ci ho condito le orecchiette ed era delizioso…
      Un bacio 🙂

  • Reply
    Ely
    8 ottobre 2016 at 19:56

    Sì, sia un sabato stupendo per te, amica mia! Che bello sentirti raccontare e rievocare momenti così unici e importanti.. e questo pesto racchiude proprio il carattere, il sapore deciso e avvolgente di momenti che non possono essere dimenticati mai! Che originaleeee, le foglie di ravanello!!! Ma sai che non avevo mai pensato che si potessero usare per qualcosa di così sfizioso?? Brava tesoroooooo <3 Un dolcissimo fine settimana!

    • Reply
      Tatiana Bruni
      11 ottobre 2016 at 13:18

      Ciao stella, mi dispiaceva buttare le foglie perché erano perfette e verdissime e già in passato le avevo usate nell’insalata: certo sono pungenti ma abbinate a qualcosa di dolce come le noci si ottiene un equilibrio perfetto… anzi, se hai dei pomodori secchi metticeli perché secondo me ci stanno divinamente!
      Un bacio 🙂

  • Reply
    Alessia
    8 ottobre 2016 at 20:04

    Bellissimo da vedere e scommetto delizioso! Bravissima! Un abbraccio

    • Reply
      Tatiana Bruni
      11 ottobre 2016 at 13:19

      Squisito, economico, salutare e… gluten free! Provalo!
      Un abbraccio a te 🙂

  • Reply
    Stravagaria
    8 ottobre 2016 at 21:13

    Il colore è bellissimo! Non avrei mai pensato di utilizzare le foglie dei ravanelli… Ma infine l’hai usato per condire la pasta o sul pane come salsina? Buona serata 🙂

    • Reply
      Tatiana Bruni
      11 ottobre 2016 at 13:20

      Per ora ci ho condito le orecchiette ed era delizioso, ma appena posso lo provo sul pane (secondo me su un pane semintegrale o di segale ci sta a pennello)!
      Un bacione 🙂

  • Reply
    ipasticciditerry
    15 aprile 2017 at 16:09

    Eccolo qua! Mi era sfuggito .. è un pò diverso da quello che ho fatto io anche perchè non sopporto l’aglio. Davvero una bella idea però questo pesto, ricicloso e gustoso.

    • Reply
      Tatiana Bruni
      15 aprile 2017 at 21:03

      Se trovi le foglie fresche è un’idea fantastica, poi lo personalizzi come vuoi (io adoro l’aglio) e una volta diluito con un cucchiaio di acqua di cottura della pasta è delizioso 🙂
      Un bacio!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    This site is protected by wp-copyrightpro.com